Abilitazione insegnamento

Ottieni l'abilitazione all'insegnamento in Spagna e sei pronto ad insegnare in Italia.
Scopri il nostro master!

esame abilitazione insegnamento

In Italia l’insegnamento nelle scuole secondarie è subordinato al conseguimento di un titolo di abilitazione all’insegnamento.

Il titolo viene rilasciato dopo la frequenza di una apposita scuola: la c.d. Scuola di specializzazione all’insegnamento denominata SSIS.

Per accedere alla SSIS bisogna sostenere un esame di ammissione. Ogni anno il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca emana un Decreto Ministeriale con il quale comunica le modalità, i contenuti e le date di inizio delle prove di ammissione alla scuola di specializzazione per l’insegnamento secondario.

Tale decreto è pubblicato sul sito del Ministero (http://www.murst.it) Successivamente l’università emana il relativo bando di ammissione per esami e titoli in base al numero di posti definito per ogni classe di abilitazione afferente a ciascun indirizzo.

La domanda di partecipazione si espleta compilando gli appositi moduli scaricabili on-line ed effettuando un versamento per il contributo di iscrizione e presentando tutti i documenti richiesti c/o la sede indicata nella classe di prima scelta, come indicato da bando di ammissione.

Ogni studente può presentare seguendo le istruzioni fornite dal bando, una sola domanda di ammissione alla SSIS, indicando un solo indirizzo e massimo due classi, nonché le sedi universitarie competenti. Questo vale per ogni classe nella quale l’interessato risulta in graduatoria idoneo ed ammesso all’immatricolazione.

Le modalità e i contenuti di ammissione alla Scuola sono indicate nel Decreto Ministeriale di definizione delle modalità e contenuti delle prove di ammissione pubblicato ogni anno dal Ministero.

L’esame consiste in una prova scritta predisposta da ciascuna università, integrata da una seconda prova. La prova scritta, per ciascun indirizzo, consiste nella soluzione di cinquanta quesiti a risposta multipla, di cui una sola risposta esatta, tra le cinque indicate. Dei suddetti cinquanta quesiti, venti si riferiscono all’indirizzo prescelto dal candidato e trenta per ogni classe per la quale viene richiesta l’abilitazione. Per ogni indirizzo il candidato può richiedere l’abilitazione per una o due classi di abilitazione. Per lo svolgimento delle prova è assegnato un tempo di quaranta minuti per la soluzione dei predetti venti quesiti e un tempo di sessanta minuti per la soluzione dei trenta quesiti relativi ad ogni classe per la quale viene richiesta l’abilitazione.

Qualora il candidato si sia iscritto a più di una classe di abilitazione del medesimo indirizzo avrà a disposizione sessanta minuti per ciascun blocco di quesiti. La seconda prova è determinata dal bando di ammissione e consiste in un colloquio, ovvero in un elaborato scritto sui contenuti di cui al comma 3 del decreto ministeriale.

I quesiti vertono sui programmi fissati dal decreto del Ministero della Pubblica Istruzione 11 agosto 1998, n.357, pubblicato sulla gazzetta ufficiale 18/11/1198, n.270, (decreto pubblicato sul sito internet: http://www.edscuola.it/archivio/norme/decreti/dm357_98.html), nonché su argomenti atti a verificare la predisposizione dei candidati alle discipline oggetto della Scuola di Specializzazione.







"Il MIUR riconosce il master de formacion de professorado!"

Vedi gli ultimi decreti di riconoscimento del Master ottenuti a Giugno 2012 dalla SDC >>